Ogni quanto conviene cambiare occhiali da vista?

by | Apr 13, 2021 | Salute

Chi indossa occhiali da vista deve sottoporsi regolarmente a visite oculistiche, per tenere sotto controllo la propria condizione e verificare la presenza di eventuali variazioni, che comportano modifiche alle lenti graduate. 

Ma ogni quanto conviene cambiare gli occhiali da vista? 

Si tratta di una domanda lecita, molto diffusa, alla quale non è così facile rispondere. 

Prima di procedere, però, vogliamo ricordare agli iscritti del Fondo Enfea Salute che è il Piano sanitario prevede il rimborso delle spese sostenute per lenti correttive di occhiali o a contatto.

Vediamo insieme, ora, alcuni elementi da prendere in considerazione prima di decidere se cambiare o meno gli occhiali da vista. 

Quanto conta la propria percezione

Si potrebbe pensare che sia opportuno cambiare gli occhiali nel momento in cui ci si rende conto di non vederci più così bene con quelli che si indossano, ma non tutte le variazioni sono così palesi ed evidenti da essere individuate subito. 

Di conseguenza magari andrebbero cambiati, ma non ce ne rendiamo conto. 

Ecco perché non si dovrebbe basare la decisione solo sulla propria percezione, anche se questo non vuol dire che non sia importante

Infatti, se ci si rende conto di non vederci più tanto bene con i propri occhiali da vista, si consiglia di rivolgersi al proprio oculista di fiducia per una visita di controllo

Quest’ultima, però, andrebbe comunque svolta almeno una volta all’anno, in assenza di esigenze specifiche che rendano necessari controlli più frequenti, a prescindere dalla voglia o dalla necessità di cambiare gli occhiali da vista

Usura della montatura

Quando non si riesce più a vedere bene con i propri occhiali la ragione potrebbe non essere un peggioramento della vista.

Infatti, a influenzare la qualità della visione con gli occhiali non sono i nostri occhi ma la montatura, ormai vittima dell’usura del tempo. 

Oltre ai danni strutturali al telaio, devi considerare soprattutto quelli alle lenti, che potrebbero essere un po’ graffiate, impedendo una visione pulita. 

Si possono usare le stesse lenti su nuove montature?

Un’altra domanda alquanto diffusa tra chi indossa occhiali da vista è la possibilità, o opportunità, di trasferire le vecchie lenti da una montatura ormai usurata a una nuova, che presenta le medesime forme e dimensioni. 

Tecnicamente è possibile, ma di solito si sconsiglia questo passaggio, perché anche se la prescrizione non è cambiata, quindi la gradazione e la composizione delle lenti è adatta alle esigenze presenti del soggetto, bisogna comunque considerare che con il tempo i vetri si consumano, perdendo così il loro potere correttivo

In ogni caso, puoi chiedere al tuo optometrista di valutare lo stato delle lenti per capire se conviene oppure no fare questo passaggio dalla vecchia alla nuova montatura. 

Mutate esigenze fisiche

Gli occhiali da vista non sono un vezzo, ma una necessità, e chi li indossa ogni giorno della sua vita deve tenere conto anche delle mutate esigenze fisiche personali

Pensiamo, ad esempio, a chi si vede prescrivere degli occhiali da vista quando è ancora bambino, è evidente che dovrà cambiare la montatura periodicamente, probabilmente almeno una volta all’anno, per seguire le evoluzioni della conformazione della testa e del volto

Ma questo discorso non si applica solo ai bambini o, comunque, a soggetti in fase di crescita, ma anche agli adulti, il cui fisico potrebbe comunque subire dei cambiamenti. 

Ad esempio, si potrebbe prendere o perdere peso, modificando così le dimensioni del volto e della testa. 

Quindi, oltre alle esigenze strettamente visive, bisogna valutare anche la propria fisicità e come essa cambia nel tempo. 

Scelta di stile

Oltre alle mutate esigenze visive o fisiche, un elemento da considerare è anche il cambio di stile personale e di moda, più in generale. 

Un cambio nel taglio di capelli, la decisione di portare o meno baffi o barba, o il semplice e comprensibile desiderio di cambiare, sono tutte motivazioni valide per sostituire i propri occhiali da vista per acquistarne uno che rispecchi meglio i propri gusti attuali

Quindi, quando cambiare gli occhiali da vista?

Volendo tirare le somme di quanto evidenziato finora, e trovare una risposta adatta a questa domanda, dovremmo limitarci ad un generico “dipende”

In genere, però, si consiglia di cambiare i propri occhiali da vista dopo un periodo che può variare da 1 a 3 anni

Se il medico non individua una variazione rispetto alla prescrizione precedente, allora puoi decidere di cambiare la montatura per motivi personali quando e come vuoi.

Se, invece, è necessario cambiare la prescrizione, allora dovrai acquistare un nuovo paio di occhiali a prescindere dalla tua volontà

ATTENZIONE:
Le informazioni qui riportate hanno carattere divulgativo e orientativo, non sostituiscono la consulenza medica. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui riportati sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio.